1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
 
Camera di Commercio di Massa-Carrara

Contenuto della pagina

Camera di Commercio ed l'amministrazione comunale di Carrara incassano la "piena disponibilità" da parte di Banche ed Istituti di Credito del territorio ad attivare ulteriori strumenti per sostenere le famiglie e gli imprenditori dei territorio danneggiate dall'evento calamitoso dello scorso 5 novembre in aggiunta a quelli già azionati per far fronte alla prima emergenza come plafond, tassi agevolati, sospensione di rate di mutui ed azzeramento delle commissioni. In vista del varo delle misure straordinarie camerali a favore delle imprese alluvionate che saranno presentate la prossima settimana, Camera di Commercio  (info ed iscrizioni su www.ms.camcom.gov.it) e Comune di Carrara hanno convocato mercoledì 19 novembre i rappresentati delle Banche e degli Istituti di Credito che operano sul territorio per una prima interlocutoria fase di coordinamento delle misure e delle iniziative da mettere in campo per affrontare le fasi dell'emergenza" ma anche per capire quali sono stati gli strumenti su cui famiglie ed imprenditori possono già fare affidamento. All'incontro hanno i rappresentanti di Banca Nazionale del Lavoro, Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana, Cassa di Risparmio di Carrara, Cassa di Risparmio di Pistoia e Lucchesia, Cassa di Risparmio di San Miniato, Cassa di Risparmio di Lucca, Monte dei Paschi di Siena, Unicredit, Unipol e Banca Popolare di Vicenza.

"Per molte le imprese questa alluvione può essere il colpo del ko decisivo: ho visto - confessa Dino Sodini, Presidente dell'ente camerale - scoraggiamento e rassegnazione negli occhi degli imprenditori e delle loro famiglie. Temo che non ci sia la forza e la voglia di rialzarsi: non possiamo permetterlo. Dobbiamo serrare le fila e fare tutti di più: ben vengano gli aiuti e le misure già attivate, ma se si possono fare ulteriori sforzi facciamoli". Almeno 750 le imprese, molte piccole, piccolissime - secondo una stima ancora parziale - che hanno dovuto fare i conti, alcune per la seconda volta, con l'alluvione. "La prossima settimana - conferma - vareremo ulteriori contributi per le imprese che saranno importanti per stimolarle e sostenerle concretamente". Sodini invita, inoltre, a fare acquisti nei negozi e botteghe delle zone alluvionate: "il territorio può dare un segnale anche così: facciamo acquisti, anche quelli piccoli che ci servono tutti i giorni, nei negozi della città che sono stati interessati dall'alluvione. Stimoliamoli ed incoraggiamoli a non mollare".
A fare il punto ci ha pensato il primo cittadino di Carrara, Angelo Zubbani che ha confermato il bilancio pesantissimo, 140milioni di euro di danni, e ricordato "l'importante contributo di solidarietà di 5mila euro per le famiglie che hanno un reddito Isee sotto i 36mila euro oltre alla moratoria sui mutui. Attiveremo - ha assicurato - tutti gli strumenti possibili: la priorità è ripartire".

Dall'ultima alluvione dello scorso 5 novembre a quella del 2012 che ha lasciato ferite molto profonde: c'è tempo fino al 30 novembre - fa sapere l'ente camerale - per le imprese di rendicontare le spese sostenute per investimenti ai fini della liquidazione del contributo riconosciuto. Al vaglio una nuova proroga per consentire a tutte le imprese di beneficiare dei contributi.

Aggiornamenti ed informazioni anche sulla pagina ufficiale Facebook www.facebook.com/cameracommercioMS?ref=hl

 
 
 
nclude TemplatesUSR-Site-include/AdminLink.txt}