1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
 
Camera di Commercio di Massa-Carrara

Contenuto della pagina

Un momento della presentazione di Massimo Bertozzi

Gli occhi dell'Expo di Milano sulla prossima apertura del museo dedicato al grande scultore massese Gigi Guadagnucci. Presentato ufficialmente in anteprima nella grande vetrina del Toscana Fuori Expo in corso ai Chiostri dell'Umanitaria (via Francesco Daverio, 7) fino al 31 maggio il progetto definitivo del Museo promosso dal Comune di Massa (guarda il programma http://www.ms.camcom.gov.it/i-bianchi-apuani). La collezione di opere che hanno reso Guadagnucci un artista di fama internazionale sarà finalmente esposta a Massa, nell'eccezionale cornice di Villa Rinchiostra (Via Mura della Rinchiostra Nord, 7. Info anche su http://expo.comune.massa.ms.it/) dal 20 giugno che sarà anche il giorno dell'inaugurazione. 40 pezzi, donati dallo scultore alla sua città, rimarranno custoditi in questo tempio, che ha reso il lascito Guadagnucci un patrimonio della collettività, così come desiderava l'artista, scomparso nel settembre 2013 all'età di 98 anni.

All'interno del Museo sono presenti sculture che rappresentano tutte le fasi dell'arte del Maestro, apprezzato in Italia ma anche all'estero. A Villa Rinchiostra si possono ammirare le famose Cicladi, già esposte a Firenze nel 2007, al Museo degli Argenti, accanto a una testa di Modigliani. E c'è anche il bozzetto originale della Pansé, la viola del pensiero in marmo collocata all'ingresso del palazzo comunale di Massa. Come ha spiegato il curatore del Museo, Massimo Bertozzi, "è previsto un ulteriore arricchimento dell'esposizione con future rassegne di artisti di fama che hanno conosciuto, lavorato o collaborato con Guadagnucci".

 
 
 
nclude TemplatesUSR-Site-include/AdminLink.txt}